Ciao, sono bollino!

Quando weekend fa rima con mal di testa

Tempo di lettura: 4 minuti
malditestaweekend

Per la cefalea da fine settimana, sane abitudini e l’aiuto dai farmaci di automedicazioneSembra quasi una maledizione. Per tutta la settimana lavorativa nessun problema poi, appena “suona la campanella” del , arrivano i fastidi. Per chi soffre di da weekend, si tratta soprattutto di donne che lavorano e impiegati, la sveglia del sabato corrisponde spesso all’inizio di un dolore sordo e fastidioso, che scompare solo il lunedì. Le cause possono essere diverse. Si sospetta ad esempio che modificare i ritmi possa giocare un ruolo: per chi è abituato a sentire il suono metallico della radio-sveglia ogni mattina alle sette, spostare di due ore la propria sveglia biologica in avanti (magari solo per impigrire qualche ora di più sotto le lenzuola!) significa modificare cicli acquisiti nel tempo dal corpo. La reazione potrebbe essere proprio l’insorgenza della . Altro nemico da contrastare è lo stress: alcune teorie considerano che il riposo in famiglia, con la gita domenicale o l’escursione di due giorni, possa in qualche modo far calare l’adrenalina e far riaffiorare lo stress accumulato durante la settimana. In pratica tutti gli elementi di tensione e di insoddisfazione professionale vengono “scaricati” nel week-end. Dando origine ai furiosi attacchi di . Infine, c’è anche chi pensa che gli attacchi di cefalea potrebbero essere figli della disassuefazione alla caffeina, sempre in rapporto ai tempi della colazione. Durante la settimana, infatti, il caffè viene normalmente consumato prima rispetto ai giorni di riposo. E questo potrebbe portare ad una sorta di “alterazione” nell’organismo, che riceve più tardi la “spinta” positiva della caffeina. Quindi, almeno questa è la teoria, un ritardo nell’entrata della caffeina nell’organismo potrebbe lasciarlo “scoperto” e quindi più esposto alle crisi di mal di testa. Quale che sia la causa del problema, non dimenticate che un aiuto può venire dai farmaci di , che possono aiutare a risolvere il sintomo cefalea. Ma bisogna ricordare anche che ha senso cambiare le attività della giornata, non modificare le abitudini. Anche se sembra strano, può essere d’aiuto svegliarsi sempre alla stessa ora, fare colazione come al solito, con certosina puntualità, evitare abbuffate pericolose. Così il weekend diventa davvero un momento di riposo.

 

 

News correlate

Vento e “sindrome da scirocco”
News
Tra le anemopatie, ovvero quelle condizioni che possono influire sul benessere e sono legate alla presenza del...
Troppo peso, memoria in tilt
News
Quando si pesa troppo, anche le capacità mnemoniche soffrono. Se avete la classica “pancetta da commen...
Mamma, non voglio il berrettino!
Meteo saluteNews
Il bambino vuole uscire. Ma fa freddo e c’è vento. Ed allora, la mamma vuole proteggere le orecchie. Ma ser...