Ciao, sono bollino!
22 Luglio 2015

I cinque volti dell’allergia d’estate

cinque volti allergia estate
  • Quando si pensa all’allergia, il pensiero corre subito alla primavera e ai pollini. Ma se pensate che in , soprattutto in città, starnuti, difficoltà respiratorie, occhi rossi e altri sintomi classici delle forme allergiche siano destinati a sparire del tutto vi sbagliate. Per questo è sempre bene, se si soffre dei fastidiosi sintomi, cercare di prevenirli e portare con se degli antistaminici in grado di attenuarli quando si manifestano in modo imprevisto.Ecco, in sintesi, la “top five” dei fastidi. 
  • Fumo. Non solo sigarette. In estate, complici le feste patronali e le sagre, anche i fuochi d’artificio, o più semplicemente le cucine da campo, possono esalare sostanze in grado di scatenare reazioni allergiche. Conviene quindi tenersi a distanza, se naso e bronchi non sono esattamente immuni dai disturbi.
  • Cloro. Sia chiaro: il cloro non è una sostanza allergizzante, ma può irritare le vie aeree e favorire la comparsa di fastidi, dagli occhi arrossati, alla starnutazione, fino a piccoli problemi respiratori. I disturbi, che nella maggior parte dei casi compaiono una volta fuori dall’acqua e, pure se molto fastidiosi, tendono, in generale, ad attenuarsi fino a scomparire nel giro di qualche ora. 
  • . Senza arrivare alle gravi crisi di , che vanno affrontate con misure urgenti come la penna precaricata di adrenalina, in molte persone la puntura di un può scatenare reazioni infiammatorie con gonfiore arrossamento e dolore. I farmaci di automedicazione, per bocca o sotto forma di pomata, possono essere di grande aiuto.
  • . Ci sono persone che vedono comparire fastidi respiratori, quando si passa dalla temperatura fresca dell’ufficio o dall’acqua delle piscine alle temperature “tropicali” esterne. Tali disturbi respiratori, come anche ad esempio la rinite allergica, contemplano una alterata reattività della mucosa nasale a seguito di stimoli fisici, inclusi quelli termici. È quindi buona regola prestare attenzione soprattutto nelle giornate molto calde e umide, portando sempre con se qualcosa per proteggere gola e spalle.
  • Muffe. Soprattutto nelle case di campagna, può capitare di ritrovarsi aree ricoperte da ampie aree con muffe. Non dimenticate mai che queste possono essere responsabili di sintomi allergici, per cui passate più tempo possibile all’esterno ed aerate frequentemente l’ambiente.

News correlate

Casa calda, ma senza esagerare!
7/09/2015
Meteo saluteNews
Attenzione a non ricercare le alte temperature dell’estate tra le mura domestiche quando il cielo si rannuvo...
Il pomodoro: quando la tradizione culinaria sposa il benessere
23/06/2017
AlimentazioneNews
“Mangia i pomodori, che fanno bene alla pelle e aiutano ad abbronzarti”. Tante volte le nonne ci spingevan...
Mal di testa? Occhio al sale
3/02/2015
AlimentazioneNews
Se il mal di testa fa spesso seguito a qualche eccesso a tavola, interrogatevi: non è che avete esagerato con...