Ciao, sono bollino!

Il maschio è più “sensibile” ai fastidi derivanti dai virus di stagione?

Tempo di lettura: 4 minuti

Sicuramente la pandemia da Covid-19 ha stravolto il quadro epidemiologico delle classiche infezioni virali di stagione causate da  altri coronavirus, da adenovirus nonché dai ceppi dell’influenza vera e propria. Oggi, sintomi come qualche linea di febbre, spossatezza, naso che cola, occhi arrossati, tosse con mal di gola, starnuti a ripetizione e naso chiuso, vanno affrontati secondo le regole che i professionisti sanitari e i media ci ripetono ogni giorno.

I farmaci di automedicazione, una volta appurato che la causa dei fastidi non è attribuibile al sars-CoV-2, sono utilissimi per controllare i sintomi, che, per altro, quando causati da ceppi virali che attaccano le prime vie respiratorie (ovviamente sempre tralasciando il Covid-19), possono avere diversa intensità  tra donne e uomini che, sembra, non hanno la stessa capacità di reazione di fronte all’attacco dei virus dell’inverno. Si dice spesso, infatti, che gli uomini sono più sensibili a mettersi a letto non appena compare qualche sintomo, mentre le donne affrontano con maggior vigore e capacità di reazione l’infezione virale. Detto che questa situazione non può essere generalizzata, la scienza ha cercato di dimostrare se esista un fondamento biologico nel sentire comune secondo il quale le donne hanno maggiore tolleranza e “resistenza” rispetto agli uomini. Si è visto che gli uomini sarebbero più vulnerabili agli attacchi dei virus perché hanno meno . A dimostrarlo, è una ricerca su Brain, Behavior and Immunity. Lo studio ha rilevato nei maschi maggiori fluttuazioni della temperatura e un recupero più lento dai sintomi influenzali rispetto alle femmine, pur se a parità di virulenza. Insomma, i maschi, forse, soffrono davvero di più gli attacchi dei virus di stagione. In attesa che la scienza in futuro  approfondisca il tema (chissà che proprio gli ormoni estrogeni diventino una possibile strategia contro l’influenza) bisogna sopportare di buon grado le lamentele maschili: un po’ di riposo, la dieta giusta e i farmaci senza obbligo di ricetta per controllare i sintomi e presto anche loro riacquisteranno la forma perduta!  

News correlate

FINALMENTE ESTATE: un viaggio di consigli per delle vacanze a tutta salute
News
L’estate, annunciata già dalla chiusura delle scuole e dall’aumento delle temperature, è ufficialmente i...
Gengive arrossate? Provate la salvia!
Rimedi della nonna
Quando i nostri vecchi avevano le gengive sanguinanti, per proteggere i denti dall’infiammazione masticavano...
Arriva la tosse, voce delle vie respiratorie
Farmaci di automedicazioneNews
Ippocrate lo diceva. Anche le vie respiratorie parlano, e lo fanno dandoci fastidio. Come? Con la tosse. ...