Ciao, sono bollino!
15 Novembre 2019

Fido scopre i batteri più cattivi

Tempo di lettura: 4 minuti

Si sa. La resistenza agli da parte dei sta diventando uno dei principali problemi di salute pubblica in tutto il mondo. Per questo è fondamentale che le persone imparino ad utilizzare questi farmaci solamente su indicazione del medico e per tutto il tempo prescritto. Ad esempio, ed è fondamentale ribadirlo soprattutto in questo periodo dell’anno, gli antibiotici sono del tutto inutili contro i classici di stagione, i cui sintomi possono essere controllati con i . Sarà il medico a valutare, se dopo qualche giorno il quadro sintomatologico non migliora o peggiora se è intervenuta una sovra infezione batterica (e quindi gli antibiotici sono necessari) oppure no.

Avere un comportamento corretto e responsabile nell’assunzione dei farmaci è molto importante per non rendere inefficaci delle armi importanti contro le malattie quali sono appunto gli antibiotici. La lotta all’ riguarda i Sistemi Sanitari di tutto il mondo e deve essere affrontata a più livelli, a partire da quello individuale. Inoltre, qualunque risorsa messa in campo per affrontare con efficacia il problema può essere utile come, ad esempio, affidarsi all’olfatto infallibile dei cani.

Pare infatti che i più fedeli amici dell’uomo potrebbero diventare alleati dei medici per scoprire quando, in ambito ospedaliero, si stanno diffondendo alcuni batteri particolarmente temibili e difficili da combattere con le terapie antibiotiche, come il . A dirlo è l’esperienza che si vive in , e più precisamente a Vancouver. Nella città che si affaccia sull’Oceano Pacifico, infatti, tre cani si sono trasformati in veri e propri detective e hanno scovato in circa un anno e mezzo centinaia di possibili aree in cui si annidava il batterio. In particolare l’attenzione degli amici a quattro zampe si è concentrata sulle zone come le sale d’attesa, i bagni, le barelle. Oltre a darci il buonumore e spingerci a muoverci, quindi, il potrebbe diventare, grazie al suo olfatto, davvero importante anche per la lotta ai che non rispondono agli antibiotici.

News correlate

Fa bene passeggiare anche al freddo
7/02/2020
La salute vien sapendo
Le giornate fredde non sono proprio l’ideale per mettere le scarpe e uscire se non si hanno particolari inco...
In caso di raffreddore da fieno, occhio al condizionatore dell’auto
19/04/2019
News
È il periodo ideale per le gite fuori porta e i “ponti” che ci attendono sono sicuramente uno stimolo per...
Il naso chiuso danneggia la memoria
18/01/2019
News
A prima vista appare impossibile. Ma avere le narici che non lasciano passare l’aria, sia per una forma vira...