Ciao, sono bollino!

Fido scopre i batteri più cattivi

Tempo di lettura: 4 minuti

Si sa. La resistenza agli da parte dei sta diventando uno dei principali problemi di salute pubblica in tutto il mondo. Per questo è fondamentale che le persone imparino ad utilizzare questi farmaci solamente su indicazione del medico e per tutto il tempo prescritto. Ad esempio, ed è fondamentale ribadirlo soprattutto in questo periodo dell’anno, gli antibiotici sono del tutto inutili contro i classici , i cui sintomi possono essere controllati con i . Sarà il medico a valutare, se dopo qualche giorno il quadro sintomatologico non migliora o peggiora se è intervenuta una sovra infezione batterica (e quindi gli antibiotici sono necessari) oppure no.

Avere un comportamento corretto e responsabile nell’assunzione dei farmaci è molto importante per non rendere inefficaci delle armi importanti contro le malattie quali sono appunto gli antibiotici. La lotta all’ riguarda i Sistemi Sanitari di tutto il mondo e deve essere affrontata a più livelli, a partire da quello individuale. Inoltre, qualunque risorsa messa in campo per affrontare con efficacia il problema può essere utile come, ad esempio, affidarsi all’olfatto infallibile dei cani.

Pare infatti che i più fedeli amici dell’uomo potrebbero diventare alleati dei medici per scoprire quando, in ambito ospedaliero, si stanno diffondendo alcuni batteri particolarmente temibili e difficili da combattere con le terapie antibiotiche, come il . A dirlo è l’esperienza che si vive in , e più precisamente a Vancouver. Nella città che si affaccia sull’Oceano Pacifico, infatti, tre cani si sono trasformati in veri e propri detective e hanno scovato in circa un anno e mezzo centinaia di possibili aree in cui si annidava il batterio. In particolare l’attenzione degli amici a quattro zampe si è concentrata sulle zone come le sale d’attesa, i bagni, le barelle. Oltre a darci il buonumore e spingerci a muoverci, quindi, il potrebbe diventare, grazie al suo olfatto, davvero importante anche per la lotta ai che non rispondono agli antibiotici.

News correlate

Con il freddo virus all’attacco
Meteo saluteNews
Che il clima rigido possa in qualche modo facilitare l’insorgenza di infezioni virali è provato. Non tanto,...
Cosa fare se il bimbo ha mal di pancia e diarrea?
News
Se il bambino presenta diarrea (o vomito) è importante cercare di non bloccarla; è infatti consigliato curar...
Dermatite seborroica: quando lo stress attacca la pelle
Stress
Quando si parla di stress il pensiero va subito ai disturbi generalmente legati all’eccessiva tensione emoti...