Ciao, sono bollino!

In estate protezione alta anche per gli occhi!

Tempo di lettura: 4 minuti

Il sole è sempre il benvenuto, soprattutto dopo il lungo inverno; giornate assolate e piene di luce fino a tardi sono motivo di gioia per molti. Se rimanere all’aperto è ciò che abbiamo desiderato durante i lunghi mesi invernali, è bene ricordare di proteggere sempre la vista con le lenti giuste.

Uno dei disturbi più frequenti è infatti la dacriopatia, una modificazione quali-quantitativa del . Quest’ultimo consiste in una struttura liquida composta da una parte acquosa, una parte lipidica e una mucosa che in diversi strati protegge l’ e viene reintegrata costantemente ogni volta che sbattiamo le palpebre.

Durante la stagione estiva, complice anche il sole e le giornate ventose, possono aumentare i rischi di andare incontro al fastidio che si manifesta con la fotofobia, cioè la difficoltà a vedere quando c’è molto luce, accompagnata dalla comparsa di arrossamenti e prurito oculare. Per questo motivo è importante scegliere bene le lenti da sole, per proteggere nel miglior modo possibile gli occhi dall’esposizione alla luce solare anche quando si ha una leggera carenza di film lacrimale. Gli occhi devono poi essere protetti a ogni età, fin da piccoli: il cristallino dei bambini, infatti, ha minor capacità filtrante rispetto all’adulto, così come da anziani, dal momento che la può essere peggiorata dai raggi solari.

Per scegliere il corretto paio di occhiali è quindi importante informarsi sulla capacità di “assorbimento” delle lenti, cioè il rapporto tra la quantità di luce che colpisce la superficie della lente e quella che attraversa la lente stessa, giungendo all’occhio. Esistono cinque categorie di lenti, caratterizzate da una capacità di assorbimento diversa a seconda dell’intensità della luce del luogo in cui ci si trova: quanto più la zona è luminosa, tanto più alta dovrà essere la capacità di assorbimento. In montagna, per esempio, la capacità di assorbimento delle lenti dovrà essere piuttosto elevata, intorno al 90%; al mare invece l’assorbimento potrebbe abbassarsi al 75/80%.

Per quanto riguarda le , è fondamentale acquistare una lente che sia in grado di selezionare i raggi solari, in quanto devono passare i , che permettono una visione nitida degli oggetti, mentre i , dannosi per gli occhi, devono essere bloccati. Infine, esistono i raggi di colore blu, utili per distinguere nitidamente il colore degli oggetti, molto aggressivi per la e quindi da schermare almeno in parte.

News correlate

Tu, lo fai il “blinking” contro l’occhio secco?
Farmaci di automedicazioneNews
Bruciore. Fastidio alla luce con la sensazione di avere il classico granello di polvere all’interno dell’o...
Troppa tecnologia ci rende miopi
News
Atteso un aumento della miopia, sotto accusa l’eccessivo uso di tablet e smartphone. Secondo la rivista...
Scottature solari, punture di insetto, dermatiti: parola al Dott. Luigi Naldi
Parola all'esperto
La pelle è il più esteso organo del corpo umano e tra i più delicati; grazie all’approfondimento del Dott...