Ciao, sono bollino!

Per controllare la pressione, prediligi il piccante!

Tempo di lettura: 3 minuti
lasaluteviensapendo_per la pressione prediligi il piccante

Che la alta sia un pericolo, per l’organismo è ormai risaputo. Che lo stress e l’eccesso di negli alimenti siano fattori in grado di farla salire è altrettanto noto. Quello che non sempre si considera, per il secondo elemento, è che ci sono sottili strategie a tavola che potrebbero consentirci di consumare cibi meno sapidi. Come? Ad esempio puntando sul gusto piccante. Stando a quanto riporta una ricerca condotta in Cina, infatti, chi predilige e simili tenderebbe a consumare meno sale e quindi ad avere una pressione più bassa. Il motivo? Anche i cibi piccanti o comunque ricchi di spezie vanno a “soddisfare” le aree del cervello che vengono stimolate dal sale. Lo studio, che ha preso in esame più di 600 persone, è stato condotto alla terza Università Militare di Chongqing ed ha trovato spazio sulla rivista scientifica Hypertension. Prima è stato chiesto ai partecipanti se preferivano alimenti piccanti o salati, poi si è controllata la pressione arteriosa. In chi prediligeva le spezie i valori pressori medi, sia massimi che minimi, sono risultati inferiori. Poi si è provveduto a studiare le zone cerebrali tipicamente interessate dal piacere legate al gusto salato e si è visto che praticamente spezie e sale vanno ad impattare sulle stesse parti del sistema nervoso centrale. Insomma: per controllare meglio la pressione, riducete il sale a favore delle spezie.

Con il freddo attenzione alla pressione

News correlate

Sei stanco e stressato? Leggi un libro!
Farmaci di automedicazioneNews
Aspettate le vacanze estive come un miraggio ancora lontano? Non riuscite a superare i piccoli disturbi che lo...
Quando una “botta” cambia il colore
Farmaci di automedicazioneNews
I piccoli traumi sono sempre in agguato. Basta magari prendere una banale storta oppure scontrarsi con un arma...
Tuffatevi nell’acqua fredda: può far bene all’umore ma non solo!
News
A volte ci sono realtà che sembrano davvero inspiegabili. Eppure sono scientificamente provate. Non ci credet...