Ciao, sono bollino!

Come affrontare il mal d’auto o il mal di mare (ovvero la cinetosi)

Come affrontare il mal d'auto o il mal di mare (ovvero la cinetosi)
di lettura: 6 minuti

Mal d’auto, , sofferenza in aereo. Gli spostamenti percepiti dal corpo, che resta fermo all’interno di un veicolo che si muove, possono portare ad una serie di disturbi, quali , vomito, , sensazione di vertigini. Tutti questi sintomi vengono associati al fenomeno della cinetosi. 

Che cos è la cinetosi ovvero il mal di viaggio?

Per comprendere meglio cosa può accadere quando su una nave o nell’abitacolo dell’auto, si ha nausea e si teme di vomitare, bisogna infatti capire come il corpo “sta” nello spazio. A regolare la posizione del corpo nello spazio ci pensa il labirinto, un piccolo organo che si trova all’interno dell’orecchio. Quando si soffre di mal di mare o di mal d’auto il labirinto viene stimolato eccessivamente dal rollio dell’imbarcazione o dal costante mutare delle posizioni del veicolo, mentre gli occhi non risentono di questa situazione perché il mezzo si muove con il passeggero. Questo disallineamento tra vista e attività del labirinto porta ad uno squilibrio delle sensazioni in arrivo al , che libera le sostanze responsabili della nausea e del vomito. In genere i ne soffrono di più, perché hanno un sistema di controllo più sensibile. Ma anche gli adulti, se predisposti, possono essere a rischio.

Come ridurre il rischio di cinetosi: alcuni consigli pratici

Se si vuole ridurre i rischi di soffrire di mal d’auto o mal di mare, non conviene “riempirsi” di cibo prima di partire. Viceversa, prima del viaggio conviene fare un leggero spuntino, con cibi asciutti: dopo la partenza, meglio bere poco per non riempire lo di liquidi. Inoltre, vanno lasciate da parte le bevande gassate che, aumentando la quantità di gas nello stomaco, favoriscono al comparsa della nausea. Inoltre, è consigliabile fare a meno di , alcol e caffè perché sono tutti elementi che stimolano la secrezione acida dello stomaco. Sempre meglio, se in macchina e si soffre di mal d’auto, viaggiare davanti e guardare la strada.

I farmaci contro il mal d’auto

Un grande aiuto, in caso di cinetosi, può venire dai . In commercio ci sono diversi farmaci contro la cinetosi, che agiscono dopo meno di mezz’ora dall’assunzione e possono rimanere attivi per 3-6 ore. Queste sostanze, disponibili tra l’altro come compresse o chewing-gum, agiscono sui recettori H1 del cervello e quindi limitano la risposta agli stimoli del labirinto. Attenzione però se ad assumerli è chi deve guidare: questi rimedi infatti possono indurre sonnolenza.  

Mal d’auto e bambini: i rimedi da seguire contro la cinetosi dei più piccoli

Con i bambini che soffrono particolarmente di mal d’auto, per limitare i rischi conviene: 

  • Programmare frequenti soste. In questo modo il bambino può scendere muoversi e distrarsi.
  • Fare un piccolo pasto prima di partire, a patto che si molto leggero e che non riempia lo stomaco di liquidi.
  • Avere a disposizione cracker, fette biscottate, biscotti secchi da somministrare in piccole quantità durante il viaggio.
  • Se il viaggio è lungo, meglio scegliere le ore della notte o della prima mattina: in genere si soffre di meno.
  • Evitare di distrarre il bambino con la lettura di libri o con giochi su smartphone e tablet. 

Tags