Ciao, sono bollino!

Contro lo stress, l’approccio degli indù

di lettura: 2 minuti
Contro lo stress, l’approccio degli indù

Nei diversi momenti della vita bisogna cambiare atteggiamento. Quando ci sentiamo schiacciati dallo e dai ritmi della vita, possiamo provare a fare nostra la filosofia degli antichi indù. In sintesi, il messaggio che viene dalla loro cultura è estremamente semplice: ad ogni età bisogna fare le cose giuste. Nella cultura di quelle popolazioni esistevano fondamentalmente tre fasi della vita: l’infanzia, l’età del matrimonio e della vita attiva, l’età del pellegrinaggio. Nella prima fase si apprende giocando e imparando progressivamente, nella seconda – quella in cui spesso lo stress è massimo, uomini e donne dovrebbero pensare a perpetuare la specie e a generare, oltre che ovviamente a lavorare. Nella , infine, occorre soprattutto ascoltare, cercando di percepire i segnali che anche il silenzio può inviare, è l’età dell’esperienza, visto che ogni fase della vita lascia eredità da impiegare nei periodi successivi. L’infanzia è speranza, l’età matura è sicurezza, la vecchiaia è saggezza. Quando ci troviamo “schiacciati” dallo stress, proviamo a fare nostri questi e a prendere le cose di tutti giorni con maggiore serenità. Tanti disturbi, dal mal di testa ai problemi di stomaco per arrivare alla pigrizia dell’ potrebbero essere controllati meglio.