Ciao, sono bollino!

Il buongiorno si vede dal mattino

Il buongiorno si vede dal mattino
Tempo di lettura: 2 minuti

Svegliarsi bene, si sa, è importante. Ovviamente questo succede con maggiore probabilità se si è riposato bene, sia per quantità che per qualità. Un buon sonno fa sì che ci si avvii verso la giornata con il giusto piglio, perché il corpo è pronto all’impegno, ancor più se sostenuto da una buona colazione. È proprio vero insomma che, come dicevano i nostri nonni per indicare quanto è importante partire con il piede giusto, il buongiorno si vede dal mattino. Attenzione però. Non bisogna dimenticare che, per affrontare al meglio gli impegni, il corpo umano ha i suoi ritmi, che vanno rispettati. Nelle primissime ore della giornata, appena svegli, ad esempio, sarebbe meglio limitare gli sforzi fisici, specie se si ha qualche dolore a ossa e o le cartilagini articolari sono meno “robuste”. La prolungata “sosta” notturna può “aver arrugginito” le articolazioni, limitando le possibilità di movimento e aumentando così il rischio di spiacevoli incidenti. Quindi, se non si è propriamente in forma, al mattino, meglio muoversi con calma per dar modo alle ginocchia soprattutto, ma non solo, di riprendere a piegarsi senza problemi. 

Fondamentale è spezzare il digiuno notturno poiché è proprio dopo colazione, che il cervello, propone le sue massime prestazioni. Le ricerche dimostrano che al mattino si ha la massima capacità di vigilanza e attenzione e la coordinazione dei movimenti diviene ottimale. La prova? Alcuni studi mostrano che tra le nove e le undici gli studenti “imparano” di più e, nella stessa fascia oraria, sono inferiori gli incidenti in auto, in fabbrica e nei cantieri. Questo effetto benefico è dovuto sia alla produzione di cortisolo, adrenalina e aldosterone (gli ormoni che aumentano la capacità di risposta dell’ agli stimoli) e anche alla presenza, in valide quantità, di alcuni neurotrasmettitori (ad esempio la serotonina), sostanze che “accelerano” le risposte cerebrali. Controindicazioni? Per chi soffre di è più facile che proprio nelle ore della mattina aumentino i sintomi, come naso che cola, starnuti e naso chiuso. E ci sono anche indicazioni che per la proprio le ore della mattina siano le più temute per alcune persone. Insomma: ricordiamoci che il buongiorno si vede dal mattino e che per partire col piede giusto, bisogna cercare di riposare bene, fare una buona colazione e rispettare i ritmi dell’organismo. Solo così, il mattino potrà veramente avere l’oro in bocca, permettendoci di sentirci bene nello svolgimento delle nostre attività quotidiane. 

Tags