Ciao, sono bollino!
20 Settembre 2019

Il naso è un condizionatore naturale a rischio virus!

Il naso è un condizionatore naturale a rischio virus
Il grande caldo, fortunatamente, sembra essere alle spalle. Abbiamo sofferto davvero molto con le ondate di calore che si sono succedute nei mesi scorsi e abbiamo davvero invidiato chi poteva affidarsi al refrigerio di un condizionatore, dimenticando che anche noi, abbiamo a disposizione un fantastico sistema di condizionamento naturale. Si trova al centro del viso, assume forme e caratteristiche leggermente diverse da persona a persona ma per tutti è un vero e proprio “regolatore”  della dell’aria che scende verso l’apparato respiratorio. Stiamo ovviamente parlando del naso che ogni giorno, attraverso le narici, come uno stabilimento di depurazione, “tratta” quasi 14 metri cubi di aria, bloccando i germi in entrata e regolando la dell’aria stessa, perché questa sia simile a quella del sangue e quindi possa risultare “idonea” per l’organismo. Inoltre la rende più umida, ottimizzandone l’utilizzo per i polmoni. Tuttavia, in questo momento dell’anno, mentre l’influenza è ancora lontana, si trova esposto all’azione dei tanti virus di stagione che iniziano a diffondersi e che, in generale, si manifestano attraverso il raffreddore (o rinite), ovvero l’infiammazione della mucosa nasale. Il fenomeno più semplice e rumoroso della rinite è lo starnuto. Questa modalità di reazione nasce proprio nelle narici e più specificamente dalle cellule dell’epitelio nasale e rappresenta un meccanismo difensivo dell’organismo che porta ad espellere gli agenti esterni in grado di dare fastidio come, ad esempio, muco o polvere. Purtroppo, con lo starnuto aiutiamo i virus a diffondersi e per questo è importante coprire le narici con un fazzoletto. L’aria esce dalla bocca  e dal naso e le goccioline possono viaggiare anche per due-tre metri, con il loro carico di virus. Sul fronte dei sintomi, i farmaci di automedicazione possono essere di grande aiuto per controllare al meglio la situazione, anche quando, oltre agli starnuti a ripetizione, il naso risulta chiuso e non sembra lasciar passare l’aria, con evidenti ripercussioni sulla . Inoltre, in chiave preventiva, ricordiamoci sempre di tenere ben pulito il nostro “condizionatore” e quando l’aria si raffredda è importante ricordarsi di coprire naso e bocca proprio per aiutare il nostro sistema respiratorio nella battaglia contro i virus di stagione.