Ciao, sono bollino!

Le regole per i nonni quando si parla di farmaci e salute dopo i 65 anni

Tempo di lettura: 4 minuti
le regole per i nonni quando si parla di farmaci

In occasione della festa dei nonni SEMPLICEMENTE SALUTE ci ricorda che dopo i 65 anni bisogna avere particolarmente cura della salute. Per questo motivo diffonde una serie di regole che soprattutto dopo i 65 anni è importante seguire anche quando si ricorre ai farmaci senza obbligo di ricetta.

E’ importante verificare con il medico o il farmacista se il farmaco scelto può essere assunto contemporaneamente ad altri medicinali che si stanno eventualmente assumendo o in caso di reazioni avverse bisogna prestare sempre attenzione quando si ricorre alle cure di un farmaco.

Un farmaco è senza obbligo di ricetta, di automedicazione solo se ha sulla confezione il “ che sorride”. L’impiego di con obbligo di ricetta non deve avvenire MAI senza il consulto del medico, anche se li abbiamo già presi in passato e li abbiamo in casa.

I farmaci di automedicazione vanno assunti seguendo SEMPRE le istruzioni del .

Se hai un piccolo disturbo e hai dubbi su che farmaco assumere non bisogna fidarsi del passaparola ma solo del consiglio di chi il farmaco lo dispensa o lo prescrive.

E’ fondamentale conservare le confezioni conformemente alle istruzioni d’uso, controllare la data di scadenza.

Non utilizzare farmaci scaduti e ricordati di gettarli negli appositi contenitori per la raccolta differenziata.

Oltre alla modalità di assunzione dei farmaci è molto importante la corretta conservazione. Ecco alcune precauzioni da ricordare:

Evitare forti sbalzi di temperatura: è consigliabile non superare i 30°C per cui è bene non lasciare i farmaci esposti a fonti di dirette o alla luce del , soprattutto prodotti come sciroppi e . Sono dannose anche le temperature troppo basse, per cui ad esempio se si viaggia in aereo è sempre meglio tenere la valigetta dei farmaci nel bagaglio a mano. Accertarsi sempre delle modalità di conservazione indicate dai foglietti illustrativi: alcuni farmaci, infatti, prevedono una conservazione in frigorifero.

Prestare attenzione all’: l’umidità, presente per esempio in un bagno non ben aerato, può alterare compresse, bustine e medicati.

Non sostituire mai la confezione originale: la confezione dei farmaci aiuta a rendere sempre riconoscibile un farmaco; riporta la data di scadenza e conservandola siamo certi di non perdere il foglietto illustrativo, fonte preziosa di informazioni quali le modalità di assunzione, il corretto dosaggio e gli eventuali effetti indesiderati. Bisogna quindi anche evitare d’inserire farmaci diversi in una sola confezione o mescolarli in uno stesso contenitore per risparmiare spazio.