Ciao, sono bollino!
27 Settembre 2019

Per studiare e lavorare ci vuole il giusto clima

Tempo di lettura: 3 minuti
Per studiare e lavorare ci vuole il giusto clima
“Mettiti una coperta sulle gambe”, dicevano le nonne ai giovani che, con l’avvicinarsi della stagione fredda, passavano ore alla scrivania a studiare. Consiglio curioso, si dirà. Ma non è proprio una “boutade” culturale di qualche decennio fa, visto che oggi anche la scienza dice, attraverso una ricerca tedesca pubblicata su , che quando fa freddo le capacità di ragionamento possono far cilecca più facilmente, specie se si vive un periodo di stress e… se si è donna! Infatti, esisterebbe una differenza di risposta alle condizioni termiche nell’ambiente in cui si lavora tra uomini e donne. Quando la temperatura è alta le donne avrebbero un rendimento più elevato; al contrario, col caldo sarebbe gli uomini ad entrare in difficoltà. Lo studio ha preso in esame una popolazione di studenti e ha confermato che nelle donne il caldo “aiuta”, mentre negli uomini accade il contrario. Attenzione però: non si tratta di una conclusione definitiva. Basti pensare che solo qualche tempo fa un’altra ricerca aveva dimostrato che il meglio delle prestazioni cognitive si ottiene intorno ai 22 gradi nei due sessi. Insomma, prima di dare una risposta definitiva e dare ragione alle nostre nonne ci vuole tempo. Di certo c’è che adattando il nostro benessere alla situazione termica, che non deve mai crearci problemi, possiamo davvero sentirci meglio. 

News correlate

Se i capelli cadono, tuorlo d’uovo!
2/11/2018
Rimedi della nonnaStress
Un tempo le nonne in alcune zone d’Italia usavano strani impiastri con tuorlo d’uovo, che facevano “gocc...
Ciuccio sì, ma senza zuccheri!
24/10/2019
Rimedi della nonna
La salute dei denti è importante e va curata sin dalla più tenera età e ci vuole accortezza anche quando i ...
Rigovernare la casa è come uno sport e mantiene in forma
31/01/2020
Rimedi della nonna
Le nonne lo dicevano sempre. Non disturbateci con la necessità di muoverci, visto che di movimento ne facciam...