Ciao, sono bollino!

Stanche da morire? Pensate al magnesio

Tempo di lettura: 3 minuti
Stanche da morire Pensate al magnesio
La di primavera è una delle condizioni che più frequentemente possono disturbare il benessere in questo periodo dell’anno. L’automedicazione può comunque aiutare a superare con maggior facilità questa situazione, considerando in particolare, il ruolo del , un elemento fondamentale per la salute.
All’interno dell’organismo di un adulto ci sono circa 25 grammi di magnesio, per metà concentrato nelle ossa. Questa sostanza regola l’attività di oltre trecento enzimi, preposti a rendere possibili reazioni chimiche fondamentali per l’organismo, specie per la produzione di energia. Oltre che nelle ossa, si trova nei muscoli, ed in quantità significativa si concentra nel cuore. Proprio grazie al magnesio, infatti, è possibile la contrazione delle cellule del miocardio (il tessuto muscolare specializzato del cuore). 
Il magnesio ingerito con l’alimentazione viene assorbito per il 50-60 per cento all’interno dell’intestino e, mediamente, la quantità di magnesio di cui l’essere umano ha bisogno quotidianamente è pari a 6 milligrammi per chilo. Durante la gravidanza e l’allattamento si può avere un incremento del fabbisogno di magnesio. Quanto bene in una noce
Le fonti naturali di magnesio sono i vegetali verdi, come spinaci e bietole, la frutta secca (in particolare noci arachidi ed anacardi), i cereali integrali, la frutta fresca (in particolare le pesche). Anche alimenti che stanno entrando nella nostra dieta quotidiana, come il tofu e la soia, possono fornire quantità significative di magnesio. Un’alimentazione che segua i dettami della dieta mediterranea è in grado di offrire il quantitativo di magnesio necessario all’organismo.
Va tuttavia ricordato che i processi di cottura inducono una perdita significativa del magnesio contenuto negli alimenti, valutabile tra il 60 e il 75 per cento. E’ altrettanto importante sapere che in una sola settimana di dieta carente di magnesio il metabolismo cellulare può risultare alterato.
Fate quindi attenzione all’alimentazione, un arma in dispensabile anche per combattere stanchezza e spossatezza di stagione.

News correlate

Svegli di notte? Combattete lo stress!
Farmaci di automedicazioneNewsStress
Si fa presto a dire insonnia. Ci sono persone che, quando vanno a letto, non riescono a prendere sonno e conta...
Contro lo stress da rientro, movimento e alimentazione “giusta”
NewsStress
Solo qualche settimana fa sguazzavamo felici tra le onde del mare o ci addentravamo nei sentieri di montagna, ...
Vacanze finite…. Occhio alla sindrome da rientro!
NewsStress
La pacchia delle ferie, per la maggior parte di noi, sta tristemente finendo. Rientrare e ricominciare con i c...