Ciao, sono bollino!
19 Luglio 2018

Basta un bicchiere e…. arriva il mal di testa scritto nel Dna

basta-un-bicchiere-e-arriva-il-mal-di-testa-scritto-nel-dna
Arrivano le serate d’estate e rinunciare al classico bicchiere di aperitivo all’aperto diventa un’impresa.
Ma ci sono persone per cui questa abitudine, apparentemente innocente, si traduce in un furioso . Il fastidio comincia presto, poco dopo che si è bevuto anche un modesto quantitativo di .

Si ipotizza che all’origine di questa reazione potrebbe esserci una questione di geni. Pare, infatti, che il entri a gamba tesa rovinandoci dei semplici momenti conviviali di brindisi con gli amici.
A farlo pensare è una ricerca condotta qualche tempo fa dagli esperti del Centro Cefalee dell’Università di Torino, apparsa sulla rivista Headache. Stando allo studio, infatti, potrebbero essere specifiche varianti del Dna a determinare la comparsa del fastidioso mal di testa.

In sintesi, ecco cosa accade: normalmente due enzimi, l’alcol-deidrogenasi e l’aldeide-deidrogenasi prodotte dal fegato, hanno il compito di digerire l’alcol. Quando si bevono quantitivi modesti, l’organismo non ha, in genere, problemi a completare la reazione digestiva che, invece, diventa difficile quando si supera la propria soglia di tolleranza e l’alcol in circolo diventa eccessivo e gli enzimi per assimilarlo, insufficienti.

Può però succedere, in persone predisposte che, similmente a quanto accade quando si alza un po’ il gomito, anche se si è bevuto poco, l’acetaldeide non venga trasformata in acido acetico grazie alla reazione enzimatica e quindi si accumula dando luogo a e . Per le persone che non sono in grado di “controllare” attraverso la predisposizione genetica la risposta all’introito di alcolici la comparsa dei fastidi è quasi automatica quando si beve alcol anche in piccole quantità.

Come comportarsi?

L’ideale è non correre rischi, quindi meglio evitare di consumare alcolici. Piuttosto godetevi l’estate con un semplice bicchiere di aperitivo alla frutta.
Se pure senza bollicine, il brindisi sarà più salutare e terrà lontano il mal di testa.

News correlate

Il movimento “serale” non causa l’insonnia … se dosato!
8/10/2019
Farmaci di automedicazioneNews
Con l’autunno la vita di sempre procede a pieno ritmo: il tran-tran quotidiano, divisi tra casa e lavoro, im...
Come sopravvivere al cibo prima di Natale?
12/12/2017
Farmaci di automedicazioneNews
A Natale, si sa, qualche stravizio non solo è ammesso ma è anche tanto atteso, vista l’atmosfera di festa ...
Raffreddore da fieno, vacanze e alimentazione: facciamo sempre attenzione, anche d’estate!
11/08/2017
News
Starnuti a ripetizione. Naso chiuso. Occhi che si arrossano. Per chi soffre dei classici sintomi della rinite ...