Ciao, sono bollino!
22 Ottobre 2018

Che profumo: peccato che non lo sento!

Che profumo peccato che non lo sento
? Nessun problema. Nella stragrande maggioranza dei casi la causa del problema va ricercata in un’infezione virale o in una reazione allergica, per cui il trattamento sintomatico con i medicinali di automedicazione, da selezionare caso per caso in base all’origine del problema, è efficace per ridare “aria” alle narici. Ma se continuate ad avere la sensazione di tanto da non percepire bene gli odori e caso mai siete già donne in età matura non dormiteci sopra e caso mai parlatene con il medico. Infatti, secondo il National Institute of Health americano quasi una donna su quattro e l’11 per cento dei maschi tra i 60 e i 69 anni riferisce problemi nella percezione di odori e profumi, con una tendenza all’aumento del problema con l’avanzare dell’età. Ma questo dato, apparentemente con scarso significato, può avere ripercussioni sulla qualità di vita delle persone che tendono a chiudersi in sé stesse anche perché l’ non è più quello di un tempo. Anche in questo caso, poi, le donne sembrano soffrire più degli uomini. A segnalare i rischi è una ricerca coordinata da Johan Lundström del MonellChemicalSenses Center di Philadelphia, apparsa sulla rivista Scientific Reports. Lo studio ha coinvolto oltre 3.000 tra uomini e donne di età compresa tra i 57 e gli 85 anni, sottoposti ad un particolare test di identificazione degli odori. Mentre tra i maschi non sono state osservate particolari modificazioni nel comportamento sociale in caso di deficit olfattivi, anche in età avanzata, nelle donne si è notato che quelle che presentavano maggiori carenze nell’odorato aveva anche meno amici e tendevano a vivere un’esistenza più solitaria. Insomma: quando l’ cala, non state con le mani in mano ed affrontate la situazione.