Ciao, sono bollino!

Contro l’alitosi lo zenzero è un ottimo alleato

Tempo di lettura: 4 minuti

Una bella o qualche , così le nostre nonne combattevano l’alito cattivo, un disturbo sempre più diffuso e dalle cause molteplici. Un ulteriore aiuto arriva anche dalla scienza: uno studio, pubblicato sul dagli scienziati dell’Università Tecnica di Monaco (Tum) e del Leibniz-Institute for Food Systems Biology, ha dimostrato infatti che lo zenzero potrebbe ufficialmente classificarsi tra i rimedi più efficaci contro l’alitosi. Gli studi degli esperti tedeschi si sono concentrati sull’effetto della saliva sul , una sostanza presente nello zenzero fresco che conferisce il tipico gusto pungente alla radice.

Stando allo studio, il gingerolo sarebbe in grado di stimolare la produzione di un particolare , presente nella saliva, che ha la capacità di annullare le sostanze maleodoranti. L’, chiamato sulfidril ossidasi 1, contribuisce a eliminare le cause che determinano l’alito cattivo, e anche il retrogusto che può rimanere in bocca dopo il consumo di bevande o alimenti molto forti come il caffè. Lo zenzero si dimostra quindi un valido alleato contro l’alito cattivo, ma rimane comunque importante comprenderne le cause.

A parte qualche caso geneticamente determinato, l’alito cattivo è da attribuirsi soprattutto alle abitudini alimentari e a carenze nell’, cause che facilitano l’infiammazione dei che circondano i denti e che possono causare varie forme di parodontite. L’alitosi è quindi determinata da una molteplicità di fattori, come ad esempio un gran numero di del cavo orale che producono zolfo, la presenza di residui di cibo tra denti e gengive, la placca batterica e il che si accumula sopra e sotto le gengive, le e le carie. Infine, possono entrare in gioco anche altri fattori non direttamente legati alla salute o all’igiene della bocca, come infiammazione di tonsille o adenoidi, ipersecrezioni delle cavità nasali e paranasali o problematiche gastro-intestinali.

Pertanto, è sempre importante ricorrere a una adeguata igiene orale e a una dieta sana e bilanciata, non dimenticandosi che i farmaci di automedicazione possono rappresentare un valido aiuto nella cura di tutti quei piccoli disturbi alla base dell’alito cattivo.

News correlate

Weekend ad alta quota al riparo dai piccoli disturbi di salute
Speciali e dossier
SEMPLICEMENTE SALUTE VI SPIEGA COME EVITARE FARINGITI, CONTRATTURE MUSCOLARI E SCOTTATURE SOLARI FUORI STAGION...
Come difendere le gengive deboli
AntinfiammatoriFarmaci di automedicazioneNews
Infiammazione profonda delle gengive provocata dai batteri presenti nella placca dentale non adeguatamente rim...
Denti sani… e senza carie
News
Ricordate la merenda dei bambini di una volta? Pane accompagnato da un filo d’olio o da  burro, o più ...