Ciao, sono bollino!

Gestione dell’armadietto dei medicinali: in caso di dubbi si può chiedere al farmacista

Gestione dell’armadietto dei medicinali: in caso di dubbi si può chiedere al farmacista
Tempo di lettura: 2 minuti

Facile a dirsi. Ma a volte non è semplice da farsi. Anche se prestiamo attenzione, esiste sempre il rischio che con i si possa fare qualche errore, visto nell’armadietto di casa possono essere presenti confezioni iniziate, a volte scadute, e, nei casi peggiori senza confezione e foglietto illustrativo. Questo non ci permette di verificarne, in molti casi, la scadenza e ne rende più difficile, anche se un certo farmaco non lo conosciamo per esperienza, il corretto utilizzo. Per questo è buona regola conservare i farmaci sempre nelle loro confezioni originali e con il e di tanto in tanto fare una verifica di quello che è presente nell’armadietto dei medicinali ricordando che i famaci senza obbligo di prescrizione, quelli indicati per disturbi lievi e transitori come un mal di testa occasionale o un mal di gola, si distinguono dai prodotti per la salute che non sono e dai medicinali con prescrizione attraverso il bollino rosso che sorride sulla confezione su cui è scritto “Farmaco senza obbligo di ricetta”.

Inoltre, qualora abbiate in casa prescritti dal medico, mai assumerli se non dietro sua diretta indicazione. In caso di dubbi su come gestire il proprio armadietto dei medicinali è bene rivolgersi al proprio farmacista di fiducia: portare i medicinali che abbiamo in casa al farmacista e insieme a lui “farne lo spoglio” può certamente essere utile per evitare di fare errori e di utilizzare farmaci  in modo non corretto. In questo modo saremo sicuri che i nostri medicinali sono ancora efficaci e potranno essere utilizzati correttamente. Ad esempio, è bene ricordare che alcuni farmaci come colliri, sciroppi o pomate, una volta aperti, possono anche modificare la loro efficacia.

Conoscendo ciò che c’è nel nostro armadietto e sapendo per quali patologie servono i farmaci e quale è il modo giusto di assumerli e conservarli  il farmacista, può evitarci errori, oltre a darci in caso di bisogno, indicazioni precise selle modalità di somministrazione e assunzione. Senza timore, quindi, riferiamoci al nostro “consulente” per il benessere. La nostra salute ringrazia.

Tags