Ciao, sono bollino!

I mille benefici della salvia

di lettura: 3 minuti

Capita anche in estate di avere sintomi di natura infiammatoria: un mal di gola, una parodontite o semplicemente un arrossamento sulla pelle. Ebbene, in questi casi le nostre nonne trovavano direttamente nella natura, per esempio andando a raccogliere della per farne degli infusi oppure per applicare le foglie direttamente sull’area infiammata, come un cataplasma.

Lo sviluppo della ricerca scientifica ha permesso di avere oggi a nostra disposizione i di automedicazione che, somministrati localmente sulla zona infiammata o assunti per via orale nei casi in cui occorra un’azione più diffusa, riescono ad aiutarci e a lenire il sintomo in breve tempo. Ancora oggi la classica salvia continua a essere molto utilizzata e rappresenta un rimedio scientificamente dimostrato per vari disturbi, soprattutto grazie all’olio essenziale che contiene e a sostanze come i flavonoidi, che facilitano la microcircolazione e, per questa ragione, può essere d’aiuto anche per chi soffre di .

È inoltre ormai abbastanza noto che la salvia aiuta la digestione e in caso di raffreddore ha anche un’azione balsamica, riuscendo così a facilitare l’eliminazione del dalle . Infine, in caso di gengivite, provate a passare una foglia ben lavata sui denti dopo il dentifricio: oltre a dare freschezza a tutto il cavo orale, anche la delle migliorerà.