Ciao, sono bollino!

L’importanza di conservare bene il cibo

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra le vecchie foto delle nonne spesso è possibile trovarne qualcuna che le ritrae con una ciotola in mano, contenente acqua fresca e un panetto di burro. Quello era infatti il metodo più comune per diminuire il rischio di contaminazione batterica, specialmente durante la stagione estiva.

I moderni frigoriferi, così come le ciotole con l’acqua fresca delle nonne, sono capaci di mantenere sotto controllo la crescita dei germi ma non di distruggerli. È importante sapere che, una volta fuori dal frigorifero, i cibi subiscono un aumento esponenziale della carica batterica entro pochi minuti e pertanto, se conservati in maniera non opportuna, si può incorrere in disturbi dell’apparato digerente: l’esempio classico è dato dalla salmonellosi, che può portare a gravi forme di diarrea associata a mal di pancia e febbre.

I possono aiutarci a superare i piccoli disturbi, ma la prevenzione e la corretta conservazione dei cibi è fondamentale per non correre rischi, come avevano già capito le nostre nonne!

News correlate

Agitati? Puntate sul tiglio!
Rimedi della nonna
Vi ricordate le sane, vecchie tisane delle nostre nonne? Quando ci si sentiva agitati e non bastava la classic...
QUIZ: Mal di pancia estivo nei bambini
Quiz
Il mal di pancia nei bambini è un piccolo disturbo che può manifestarsi frequentemente. Fai il quiz di Sempl...
In estate attenzione alle vene e alla pelle
News
Finalmente la bella stagione è arrivata e molti di noi non vedono l’ora di potere trascorre le giornate all...