Ciao, sono bollino!

Mal di testa della mamma, coliche e pianti del bebè

Tempo di lettura: 3 minuti
mamma coliche, pianto bebè

Il è un disturbo che può davvero essere impattante sulla vita quotidiana. Se nelle forme occasionali e meno intense – come per esempio la tensiva dovuta alla  contrazione dei muscoli del collo e delle spalle o quando il mal di testa si presenta in occasione del ciclo mestruale – può essere adeguatamente trattato con i farmaci di automedicazione, nelle forme  più gravi come la cefalea a grappolo o l’, deve essere affrontato insieme al medico. A rischio sono soprattutto le donne e, anche se può sembrare impossibile, a volte sono i più piccoli  che patiscono di più gli attacchi di mal di testa della mamma. E’ la curiosa conclusione di una ricerca presentata al congresso della società Americana della Cefalea, che dimostra come quando la mamma soffre di forme particolarmente intense di cefalea il bebè sarebbe più soggetto al pianto da colica. Un circolo vizioso davvero tremendo. Lo studio in particolare dice che le donne  che  le donne che soffrono di forme gravi di cefalea, se hanno figli piccoli, presentano il 50 per cento di possibilità in più di avere un bimbo che piange per le al pancino. Per gli uomini, anche se soffrono di cefalea, non vale lo stesso. Il bebè, infatti, non sembra risentire del mal di testa di papà. La ricerca è stata condotta attraverso questionari online e ovviamente offre solamente degli spunti. Certo è che il mal di testa deve essere sempre controllato al meglio.

mamma parlami come se fossi gia grande

News correlate

Quando uno starnuto diventa un’arma potente per diffondere i virus
News
Sembra impossibile, ma esistono persone che, più di altre, non appena si trovano a fare i conti con un banale...
Basta un bicchiere e…. arriva il mal di testa scritto nel Dna
AntinfiammatoriFarmaci di automedicazioneNews
Arrivano le serate d’estate e rinunciare al classico bicchiere di aperitivo all’aperto diventa un’impres...
Sarà artrosi o artrite?
News
Dolori alle articolazioni. Difficoltà di movimento. Sono questi i segnali che fanno pensare alla presenza di ...