Ciao, sono bollino!

Mangiate frutti di bosco per proteggere vene e arterie

Tempo di lettura: 2 minuti
Mangiate frutti di bosco per proteggere vene e arterie
Si partiva la mattina presto. Si andava nel bosco e, con la testa china, si guardava se erano cresciuti i mirtilli. Così le nostre nonne sceglievano i frutti migliori, più avanti in estate, per confezionare un dopo pasto fresco ed utile per la circolazione.
Anche se può sembrare strano, la scienza conferma ampiamente come questa scelta fosse avveduta e non solo per il gusto. All’interno dei frutti di bosco ci sono infatti , presenti anche nell’uva, che davvero aiutano l’apparato cardiovascolare a funzionare meglio. L’ultima di una lunga serie di prove in questo senso viene da una ricerca condotta al King’s College di Londra, pubblicata su Journals of Gerontology. Gli scienziati hanno dato da bere succo di mirtilli oppure altre bevande valutando gli effetti di questo approccio sui vasi e sulla pressione. Risultato: chi beveva il succo aveva un profilo pressorio migliore. L’ideale, come ribadiscono gli stessi esperti, è comunque mangiare il frutto appena raccolto. Così si può avere il massimo della capacità protettiva delle sostanze in esso contenute, contro i tanti radicali liberi che attaccano le nostre cellule.

News correlate

Cosa fare se ci “contatta” una medusa
News
Un bel tuffo nell’acqua cristallina, poi, quando si torna in spiaggia, un fastidioso bruciore sulla pelle. A...
Quali segreti per una conserva “sana”?
Rimedi della nonna
I rischi con le conserve fatte in casa, si sa, sono dietro l’angolo. Nelle marmellate o nei vegetali che si ...
Come combattere l’alito cattivo? Alcuni rimedi
Rimedi della nonna
Tisana La nonna di un tempo metteva a bollire un pentolino d’acqua e poco dopo andava in dispensa. Dalle sue...