Ciao, sono bollino!

In palestra per smettere di fumare

Tempo di lettura: 3 minuti
combattere il fumo

Per chi ha deciso di dire addio alle sigarette i farmaci di automedicazione sono di grande aiuto. Si può scegliere di ricorrere a che rilasciano in quantità controllata per 24 ore e quindi liberano dalla necessità di doversi ricordare di assumere un trattamento, oppure compresse da sciogliere in bocca, gomme da masticare o inalatori, per chi invece preferisce controllare il desiderio di fumare al bisogno e ha necessità di “sostenere” il bisogno del gesto meccanico di portare la alla bocca. Ma a fianco di queste opportunità non bisogna dimenticare che anche una particolare attività fisica si può rivelare corroborante per dominare il vizio. A segnalarlo è una ricerca dell’Università di Harvard di Boston, che ha coinvolto sia uomini che donne, valutando gli effetti dell’attività fisica sul rischio di “ricadute” dopo un periodo di otto settimane di trattamento con sostitutivi della . Nel gruppo trattato con allenamenti regolari in palestra con i pesi, ovvero con attività anaerobica, dopo tre mesi quasi un fumatore su due è diventato ex, contro l’8 per cento riscontrato in chi non aveva un programma regolare in palestra. Con un effetto collaterale positivo: chi faceva attività fisica ha anche diminuito il grasso e il peso corporeo, mentre negli altri la bilancia è salita verso l’alto!

I pericoli delle bionde

News correlate

Meno alcol se si dice addio al vizio del fumo
Farmaci di automedicazioneNews
Una sigaretta. E poi un liquorino. O magari in ordine inverso. Certo è che alcolici e fumo fanno male alla sa...
Arriva la tosse, voce delle vie respiratorie
Farmaci di automedicazioneNews
Ippocrate lo diceva. Anche le vie respiratorie parlano, e lo fanno dandoci fastidio. Come? Con la tosse. ...
Buone vacanze, con un occhio alla salute!
News
Le valigie sono pronte. I biglietti aerei sono fatti. Tutta l’attrezzatura per le vacanze è sistemata. A qu...