Ciao, sono bollino!

Pancia gonfia e sinusite? Attenti ai viaggi in aereo

Tempo di lettura: 2 minuti
aereofagia

I farmaci di automedicazione sono molto utili per prevenire e contrastare i disturbi. Se viaggiate spesso in aereo e soffrite di o aerofagia, non dimenticate di contrastare l’eccessivo accumulo di aria e gas nelle vie digerenti con i farmaci di automedicazione. Le variazioni di pressione all’interno del velivolo, in particolare al momento della partenza e dell’atterraggio, possono infatti creare qualche problema. Il motivo? Il cambiamento particolarmente rapido della pressione ambientale, specie se l’aereo effettua una discesa veloce, può in qualche modo aumentare la presenza di gas all’interno dell’organismo e magari dare il via a qualche piccolo mal di pancia. Qualche inconveniente può avvenire anche a chi soffre di e ha muco che si deposita all’interno delle cavità che circondano il naso, ovvero i .  A queste persone può capitare, specie nella fase dell’atterraggio di avere mal d’orecchie, avvertire pressione sulla fronte e una sensazione di naso chiuso. L’automedicazione può aiutare a ridurre l’infiammazione e la presenza di muco, scongiurando poi – una volta saliti sull’aereo – i fastidi alle vie respiratorie.

 

 

News correlate

Tra le mura domestiche, meglio evitare il caldo eccessivo
Meteo saluteNews
Ora che l’inverno si fa sentire davvero, il tepore del termosifone rappresenta una vera e propria ancora di ...
Le regole da seguire per usare i farmaci di automedicazione
News
I famaci di automedicazione sono importanti perché ci aiutano ad affrontare e risolvere piccoli disturbi di s...
Anche il fegato “ingrassa”
AlimentazioneNews
La statosi è un nemico da combattere a partire dalla tavola. Sonnolenza inspiegabile. Qualche difficolt...