Ciao, sono bollino!

Per combattere i grassi, puntate sulla cannella

Tempo di lettura: 3 minuti
News_30Gen_sm
Non esagerate con i nella dieta. Fate attenzione a non abusare di alimenti particolarmente ricchi di intingoli o dei cosiddetti cibi spazzatura, puntando invece sull’alimentazione mediterranea ricca di e , ricordano l’importanza del e dell’olio extravergine d’oliva. In questo modo combatterete meglio eventuali problemi di lenta, bruciori, acidità e soprattutto proteggerete anche e , contrastando anche il sovrappeso. Per far fronte ai disturbi i sono di grande aiuto, ma un’ulteriore forma di protezione potrebbe venire anche dall’impiego della cannella, da aggiungere agli alimenti. A far sospettare una possibile azione protettiva della cannella per chi esagera con i grassi nell’alimentazione è una condotta sui topi, presentata ad un congresso dedicato ai problemi della biologia vascolare e dell’aterosclerosi organizzato dall’American Heart Association. La cannella, che viene dal Cinnamomum genus, sarebbe una fonte di polifenoli in grado di avere un’attività antinfiammatoria e con specifiche attività di protezione delle cellule, perché contrasta l’infiammazione. Lo studio è stato condotto su animali nutriti per tre mesi con una dieta ricca di grassi cui è stata aggiunta la cannella, ed ha dimostrato che questa semplice “aggiunta” alla dieta può avere un’utile attività protettiva sul metabolismo dei grassi, non osservata negli animali di controllo che, mangiando le stesse cose, non avevano l’associazione con la cannella. Buona appetito, quindi. Con un pizzico di cannella!