Ciao, sono bollino!

Pesce sì, ma non per scherzo

di lettura: 3 minuti
pesce aprile

Consumare regolarmente i prodotti del aiuta a mantenere il benessere. Il segreto del benessere per il , le arterie e il , sta nascosto nelle onde del mare. E assume forme diverse, dal guizzante azzurro al delicato tonno. Nelle carni di questi “salvadanai” naturali di si trovano, infatti, gli insaturi, come ad esempio gli Omega-3, capaci di aiutarci a salvaguardare le arterie dall’avanzata dell’aterosclerosi, oltre a tante vitamine, come la A, la B e la D. L’elenco dei benefici si conclude con la ricchezza in nobili, che contengono quindi i cosiddetti aminoacidi essenziali, piccoli “mattoni” che il corpo non è in grado di produrre in autonomia. Via libera quindi al pesce, da consumare almeno due volte a settimana, senza esagerare con le preparazioni particolarmente “elaborate” come i fritti, che possono appesantire lo stomaco rallentando la digestione. Per il resto, fatte salve le precauzioni per l’anisakis (un parassita presente in molti pesci che viene però eliminato dalla cottura), il pesce è l’ideale per chi vuole mantenersi in forma. Un pizzico di attenzione va prestato però in , quando non bisogna esagerare con carni provenienti da animali a grande pezzatura. C’è il rischio, se si esagera, di ingerire sostanze tossiche presenti nel pesce.