Ciao, sono bollino!

Diamo spazio alle lacrime

Tempo di lettura: 4 minuti
Diamo spazio alle lacrime
. Fastidio alla luce con la sensazione di avere il classico granello di polvere all’interno dell’occhio. Stanchezza soprattutto quando si legge un libro o si lavora al computer e, più in generale, disturbi alla vista. Questi i principali fastidi delle persone con poche lacrime, non perché abbiano il cuore duro, ma perché soffrono di un disturbo sempre più diffuso, la sindrome dell’. Se in linea generale, si tratta di un problema che colpisce di più anziani e donne in menopausa, se ne osserva un aumento in tutte le fasce d’età dovuto all’affaticamento oculare derivante dall’esposizione, per diverse ore al giorno alla luce degli schermi dei dispositivi elettronici. Alla base del fenomeno c’è un’alterazione del film protettivo delle lacrime che può causare danni alla superficie oculare. Le lacrime hanno, infatti, una grande importanza nella salute dell’organo della vista: consentono di mantenere lubrificato l’occhio e ne proteggono la superficie dall’ambiente esterno. Purtroppo sono davvero tanti i nemici degli occhi. Qualche esempio? L’inquinamento ambientale, sia indoor che outdoor a causa dei pericoli sono soprattutto legati allo smog e al fumo di sigaretta, che facilitano la modificazione della struttura delle lacrime influendo sulla loro componente grassa. Anche l’abuso del condizionamento d’aria può indurre un’eccessiva riduzione dell’umidità ambientale che si ripercuote sulla quantità di liquido lacrimale disponibile. Lo stesso accade  anche in caso di clima secco o ventoso. Per cui, soprattutto se si tende a soffrire di sempre meglio proteggere gli occhi indossando le lenti da sole. Infine, come già detto, attenzione a non passare  troppe ore di fronte allo schermo del PC: la riduzione dell’ammiccamento legata alla prolungata presenza di fronte allo schermo del computer può facilitare l’evaporazione del liquido lacrimale e quindi anche la comparsa dei sintomi dell’, favorendo, inoltre anche la comparsa di altri disturbi come la .
Mantenere gli occhi “umidi” è, quindi, molto importante. Un classico rimedio casalingo, più o meno efficace ma comunque in grado di dare sollievo agli occhi è quello di fare, specie alla sera, prima di andare a dormire, degli impacchi tiepidi alla camomilla. e, in caso di bisogno, o creme ad azione lubrificante, antisettica e antinfiammatoria possono aiutare a gestire al meglio i disturbi correlati. 

 

News correlate

Attenzione all’allergia di Natale
News
Anche l’albero potrebbe nascondere spore che, col tempo, scatenano la rinite allergica. Per chi è alle...
Pelle in salute anche con la brutta stagione: attenzione al freddo e all’umidità!
Speciali e dossier
L’inverno è spesso sinonimo di influenza e sintomi da raffreddamento ma è importante non sottovalutare tut...
Sulla neve, proteggete gli occhi
Farmaci di automedicazioneNews
Piste innevate, sole, freddo. L’inverno è anche questo e significa relax, attività fisica e piacere di sta...