Ciao, sono bollino!

Quando il bambino ha mal di pancia.

Tempo di lettura: 3 minuti
quando il bambino ha mal di pancia

Basta poco, in questa stagione perché il bambino presenti il classico mal di pancia. Qualche corsa di troppo, l’azione di virus presenti nell’aria, e il cambio di stagione che si avvicina, uniti alla ripresa dei consueti ritmi scolastici, possono favorire l’alterazione della regolarità intestinale e indurre questo fastidio. In tutte queste circostanze, potrebbero comparire dolore, spasmi addominali, qualche episodio di e qualche linea di febbre. Generalmente, in pochi giorni, il problema si risolve e il piccolo può riprendere a correre e a giocare. In questi casi fare attenzione ai microrganismi antidiarroici che ripristinano, in tempi rapidi, la normale intestinale a base di lieviti e lattobacilli.

Ci sono però casi in cui i fastidi non hanno apparentemente un motivo: il dolore si manifesta quasi per caso, alternato a lunghi periodi di benessere, ed anche la visita del e l’accrescimento sono normali. E’ in questi casi che il problema può nascere dalla psiche, visto che anche i piccoli possono scaricare stress e tensione sull’. Come comportarsi? Ecco qualche consiglio

  • Quando ha dolore il piccolo va tranquillizzato, raccontando una storia o guardando con lui un cartone animato.
  • Il massaggio è sempre utilissimo. Quando il fastidio è di natura psicologica, il massaggio delicato, con le mani calde, fa “piacere” al bambino.
  • Evitate di dire al piccolo che non ha nulla ignorando i suoi disturbi.
  • Non parlate con gli amici e parenti del problema del bimbo, e non fatelo nemmeno con il medico in sua presenza.
  • Cercare di parlare con il  bambino più possibile così da rafforzare il rapporto di fiducia, fondamentale per identificare l’eventuale cause del disagio
  • Parlatene comunque con il pediatra per identificare il modo migliore per affrontare la problematica

aereofagia