Ciao, sono bollino!

Via il tatuaggio, ma con giudizio!

Tempo di lettura: 2 minuti
Via il tatuaggio, ma con giudizio

Ti amavo, ma oggi non ti amo più, quindi voglio togliere le tracce sulla mia pelle che testimoniano un passato che è ormai un ricordo. Se cresce la moda del , aumentano anche le persone che vogliono togliere disegni, scritte e altri simboli dall’epidermide e non solo per amore. Il problema è che non tutti i sono uguali e soprattutto occorre sempre ricordare che l’asportazione dei disegni va sempre fatta da uno , l’intervento va infatti effettuato in anestesia locale, sfruttando l’azione del (ne esistono di diversi tipi). Ma non bisogna avere fretta, soprattutto quando i tatuaggi sono particolarmente ampi e di colori diversi, perché diventano necessarie lunghezze d’onda differenti dello strumento , addirittura il bianco può diventare uno ostacolo estremamente difficile da eliminare. Per questo il trattamento va studiato caso per caso e occorre sempre proteggersi da eventuali infezioni o “bruciature” sulla pelle legate all’azione del raggio laser. In questo senso un aiuto può venire anche dai farmaci di automedicazione, sotto forma di creme e ad , che possono aiutare l’epidermide a rimarginare i danni del e a proteggersi dal rischio di infezioni.

News correlate

Pelle in salute anche con la brutta stagione: attenzione al freddo e all’umidità!
Speciali e dossier
L’inverno è spesso sinonimo di influenza e sintomi da raffreddamento ma è importante non sottovalutare tut...
Alito cattivo? Questione di Dna!
AntinfiammatoriDoloreFarmaci di automedicazioneNews
L’igiene orale è fondamentale per mantenere in salute la bocca e quanto contiene, denti, gengive e parodont...
Contro l’acne un futuribile “vaccino”?
AntinfiammatoriFarmaci di automedicazioneNews
Diciamocelo. Per tanti adolescenti, e non solo, l’acne volgare (la forma meno grave e più comune dell’aff...