Ciao, sono bollino!

I benefici dello yoga su mal di schiena, dolori cervicali e stress

yoga
Tempo di lettura: 3 minuti

Il 21 giugno si celebra la Giornata Mondiale dello Yoga. Ed è un’occasione per ricordare quanto la meditazione e gli esercizi di questa antica disciplina possano essere d’aiuto per chi fa i conti con dolori della cervicale, mal di schiena, dolori lombari e cefalea. Se è vero che i farmaci di automedicazione possono essere di grande aiuto per lenire questi piccoli disturbi se occasionali, è altrettanto chiaro come i benefici dello yoga sul fisico e sulla mente possano risultare davvero incommensurabili per il benessere. A patto, ovviamente, che lo yoga venga fatto nel modo giusto, e per i tempi indicati. La fretta è cattiva consigliera per chi si avvicina a questa disciplina.

I benefici dello yoga sul mal di schiena 

Ce lo dicono sempre: ricordate di modificare spesso la posizione durante la giornata, evitando di rimanere per ore seduti o in piedi, condizioni che facilitano una postura non ottimale e la comparsa di dolori dovuti a contratture muscolari, che spesso bloccano la schiena e le spalle. In tal senso, l’attività fisica, come lo yoga, è “intelligente” e soprattutto mirata al benessere e al rilassamento; possiamo solo guadagnarci per il nostro benessere muscoloscheletrico. Infatti, gli esercizi yoga, se diventano un’abitudine regolare, possono rivelarsi di grande aiuto. I movimenti lenti e ritmati dello yoga aiutano a prevenire e combattere i dolori cervicali, la lombalgia e il mal di testa, poiché favoriscono il rilassamento dei fasci muscolari ma anche l’afflusso di sangue ai muscoli, con evidenti ripercussioni positive sul benessere muscolare, con azione contro le contratture e i conseguenti dolori. 

Gli effetti dello yoga sul nostro corpo e la nostra mente

Se vivete un periodo di intenso stress emotivo e avete notato la comparsa di dolore fisico, praticando la meditazione yoga accompagnata dai giusti movimenti potreste anche contrastare all’origine il dolore che fa seguito all’eccessiva tensione emotiva. Il motivo? La tensione induce un’alterazione nel rapporto tra muscoli e tendini in prossimità delle vertebre e, portando a ridurre i livelli del cortisolo (un ormone) nel sangue, provoca una minore resistenza al dolore. Se non avete mai approcciato allo yoga e volete puntare sui meccanismi di autorilassamento e meditazione uniti ai movimenti “giusti” che questa disciplina può insegnare a tutte le età, sappiate, inoltre, che lo yoga può migliorare le prestazioni cerebrali e migliorare il controllo delle emozioni. 

Cosa succede al cervello quando si pratica yoga 

Un’analisi di undici diversi studi dimostra che i movimenti dello yoga, la meditazione e le pratiche respiratorie legate alla pratica di questa disciplina si correlano con l’aumento di dimensioni di alcune aree cerebrali. L’analisi, davvero interessante nel suo genere, è apparsa sulla rivista Brain Plasticity ed è stato coordinata da Nata Gothe, dell’Università dell’Illinois di Urbana. In sintesi, leggendo le conclusioni scientifiche, si può dire che i benefici legati allo yoga sarebbero simili a quelli di chi pratica un’attività fisica aerobica. In particolare, gli effetti sul sistema nervoso sarebbero legati ad una maggior capacità di prendere decisioni e a un miglioramento della memoria e del controllo delle emozioni. Secondo la Gothe, “lo yoga non è una vera e propria attività aerobica per cui debbono esserci altri meccanismi che non sono ancora stati identificati che spiegano questi cambiamenti cerebrali”. Dagli studi, che hanno utilizzato anche tecniche radiologiche sofisticate per valutare il sistema nervoso, appare chiaro come esista un rapporto tra lo yoga e l’aumento delle dimensioni dell’ippocampo, porzione coinvolta nella memoria e nell’apprendimento, che tende a restringersi nel tempo (questa zona è anche la prima ad essere implicata nella malattia di Alzheimer). Lo yoga, inoltre, agisce sull’amigdala, che entra in gioco nelle emozioni. Proprio sulle emozioni, peraltro, agiscono questa e altre discipline quando siamo particolarmente stressati: con questo approccio possiamo migliorare la situazione e lo yoga, se praticato con insegnanti qualificati è in grado di “risintonizzare” il nostro sistema di risposta allo stress. Se aggiungete che gli esercizi sono utili per chi soffre di mal di schiena, perché favoriscono il rilassamento e l’afflusso di sangue ai muscoli, è proprio il caso di provare a ritagliare spazio per il nostro benessere.

Tags