Ciao, sono bollino!

L’ansia cresce (anche) sui social

Tempo di lettura: 3 minuti
ansia cresce anche sui social
Ci mettono in contatto con il mondo. Ci fanno partecipare a gioie, tristezze, esperienze. In molti casi ci offrono informazioni utili. Ma a volte, quando si esagera, possono anche diventare una minaccia per la salute.
Stiamo parlando dei social network, ai quali bisogna avvicinarsi con il giusto approccio, per non rischiare quadri di ansia o male oscuro che, proprio in questo periodo dell’anno, possono rivelarsi particolarmente difficili da affrontare. A rischio sarebbero soprattutto i più giovani, più soggetti, proprio perché ne fanno un uso maggiore, a stati d’ansia legati a uso eccessivo e continuato dei social network. A sostenerlo una ricerca resa nota  dalla Royal Society for Public Health, che ha valutato l’impatto dei social network proprio sul benessere mentale dei giovani. I risultati fanno davvero pensare, anche se ovviamente vanno valutati attentamente, anche in considerazione di altri fattori che potenzialmente possono influire sui risultati. Ebbene, stando alla ricerca ci sarebbe stato un incremento superiore al 60 per cento di quadri di ansia e negli ultimi venticinque anni tra i ragazzi tra i 16 e i 24 anni. Probabilmente alla base di questo fenomeno, che può vedere diverse concause, ci sono tanti elementi. Ma non ci sono dubbi che esagerare con il tempo trascorso sui social possa rappresentare un problema per il benessere dei teenagers.

News correlate

In estate, occhio al jet lag “sociale”
News
La vita di ogni giorno è segnata da tappe e orari ben precisi. Ci si sveglia alla solita ora, si lavora o si ...
Se in agguato c’è il mal di montagna!
News
I piccoli disturbi dell’alta quota colpiscono soprattutto anziani e bambini. Insonnia, agitazione, a vo...
Uno strumento contro l’ansia? La natura
NewsStress
Per chi vive in città e sta aspettando di andare in vacanza e magari ha già iniziato a fare il conto alla ro...