Ciao, sono bollino!

Vegetali, le nostre nonne erano vere scienziate!

Tempo di lettura: 2 minuti
Vegetali, le nostre donne erano vere scienziate

Pensare all’alimentazione in questo periodo di stravizi è fondamentale. Ed allora, anche se è difficile, ricordiamoci dell’importanza di frutta e verdura, e non solo per avere la protezione delle vitamine contro i virus di stagione (ricordate che la vitamina C scompare con la cottura) o per aiutare l’intestino a muoversi regolarmente contrastando la , ma anche per campare più a lungo. Più o meno come dicevano le nostre nonne, che raccomandavano di non far mancare mai nel piatto frutta e verdura. A confermare la bontà di questo approccio, offrendo anche un’idea della quantità di vegetali necessaria, provvede una ricerca internazionale pubblicata sulla prestigiosa rivista The Lancet che ha interessato più di 135.000 persone. Consumando da tre a quattro porzioni di frutta e verdura ogni giorno la mortalità si abbasserebbe. Quantità consigliata: più o meno intorno al mezzo chilo al giorno. In queste giornate, non dimentichiamolo e ricordiamo che frutta e verdura cruda sono meglio degli omologhi cotti. fruttaverdura

News correlate

Esageri con i piatti troppo grassi? Forse è colpa del DNA
DoloreNews
Una mutazione genetica spiegherebbe il desiderio di alimenti grassi e calorici. Ci sono persone che proprio no...
FINALMENTE ESTATE: un viaggio di consigli per delle vacanze a tutta salute
News
L’estate, annunciata già dalla chiusura delle scuole e dall’aumento delle temperature, è ufficialmente i...
Tieniti in forma… sulla pista da ballo
AntinfiammatoriNews
A tutte le età il ballo fa bene. Va scelto in base alle possibilità fisiche, oltre ovviamente allo stato di ...