Ciao, sono bollino!

Attività fisica? Sì, anche se mi sento pigro

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando finalmente potremo tornare a viverci la bella stagione all’aperto, con le giornate che si allungano, con le temperature più miti, tutto sembrerebbe invogliarci a fare sport. Ma, soprattutto per chi non è allenato, è importante prestare attenzione a non fare sforzi eccessivi e a eseguire un opportuno riscaldamento muscolare prima dell’esercizio fisico. Tuttavia, siamo sicuri che con l’arrivo della bella stagione siamo più invogliati a praticare attività fisica?

A questa domanda risponde la scienza, secondo cui il nostro cervello dovrebbe sforzarsi per farci muovere, spingendoci verso lo sforzo fisico. Non ci credete? Provate a leggere il curioso studio apparso su Neuropsychologia e condotto dai ricercatori dell’Università di Ginevra e della British Columbia. Pare infatti che il nostro risponda rifiutando naturalmente ogni sforzo e preferendo, al contrario, ogni forma di relax. La ricerca ha preso in esame una trentina di adulti sani a cui è stato chiesto di controllare un avatar su uno schermo, spingendo la loro copia virtuale a praticare attività fisica. Gli elettrodi, che registravano l’elettroencefalogramma, mostravano chiaramente uno sforzo maggiore per la mente quando veniva richiesto impegno nell’attività fisica.

Anche se a svolgere il era solo l’avatar digitale dei partecipanti, lo studio dimostra che siamo “mentalmente” pigri; tuttavia, nonostante questo, dobbiamo comunque cercare di muoverci il più possibile per il nostro benessere, sia fisico che mentale.